Sicurezza


SICUREZZA A SCUOLA

Da ormai molti anni il tema della sicurezza è presente nella scuola.

Con la fase applicativa del decreto Legislativo n. 81/08 , modificato dal Decreto Legislativo 106 del 3 agosto 2009, che si è concretizzato nell’Accordo Stato/Regioni del 21 dicembre 2011 entrano in vigore regole più precise e sanzionatorie per la formazione di base di tutto il personale della scuola.

Con la sempre crescente importanza data alla protezione civile e al senso di cittadinanza attiva, il tema della protezione e prevenzione e la cultura della sicurezza coinvolgono molte azioni didattiche.

L’obiettivo generale è quello di contribuire a creare la cultura della sicurezza e della prevenzione dentro e fuori la scuola, per l’oggi e per il domani.

Fare sicurezza a scuola infatti non significa solo dare informazioni agli alunni su procedure da seguire, cosa del resto importantissima, ma fare formazione di futuri cittadini responsabili dei propri diritti e doveri, preparati ad affrontare situazioni di emergenza riducendo al minimo i rischi dovuti al panico. Parlare di sicurezza significa promuovere il rispetto per la vita propria e altrui; lavorare per la sicurezza quindi è un dovere morale, sociale e civile di ogni cittadino ed in
particolare di ogni educatore.

Molte scuole metteranno in atto i progetti Pedibus, Bicibus, attività con i vigili del fuoco e con la polizia.

Presso ogni scuola dell’ Istituto è presente un piano di emergenza e di evacuazione che ha lo scopo di definire modalità e responsabilità adottate per gestire le possibili situazioni di emergenza e che tende a perseguire i seguenti obiettivi:

  • affrontare l’emergenza fin dal primo insorgere per circoscrivere e contenere l’evento, in modo da non coinvolgere impianti e/o strutture che a loro volta potrebbero divenire ulteriore fonte di pericolo e permettere la ripresa dell’attività scolastica al più presto;
  • pianificare le azioni necessarie per proteggere le persone sia all’interno che all’esterno;
  • prevenire o limitare i danni all’ambiente e alle proprietà;
  • prestare soccorso alle persone colpite;
  • coordinare i servizi di emergenza;
  • riprendere l’attività in totale sicurezza al termine dell’emergenza.

Nell’ anno scolastico 2010/2011 cinque docenti hanno partecipato al corso di formazione per Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP_F3) al fine di acquisire nozioni utili in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro e di prevenzione e valutazione dei rischi.

Il gruppo tecnico, costituito da dirigente Scolastico, RSPP, ASPP, si incontra più volte nell’arco dell’anno per esaminare le varie situazioni e discutere del piano della formazione.

E’ presente una commissione che affronta di volta in volta i problemi emergenti in fatto di sicurezza nella scuola.

Come già avvenuto negli anni precedenti, questo Istituto intende ancora avvalersi della consulenza dell’ing. Maurizio Casali al quale verrà rinnovato l’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dei Rischi (R.S.P.P.). L’esperto ha elaborato entro i termini di legge la revisione della valutazione dei rischi e dei piani di evacuazione dei vari plessi.

L’istituto ha come riferimento il Medico del Lavoro, dott. Enrico Levati.

FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO E ADDETTI ANTINCENDIO

Nel corso degli anni 2006 , 2007 e 2011, venti persone, tra rappresentanti del personale ATA e docenti, hanno partecipato al Corso di Primo Soccorso e Supporto di base alle funzioni vitali – BLStenuto da formatori del Centro di Formazione dell’ASL 9 (anno 2006) e dal Dott. Cicconi, medico del lavoro e responsabile del reparto di Pronto Soccorso dell’O.C. di Asti (anno 2007, 2011). Si prevede per il corrente anno scolastico, se giungeranno appositi fondi, l’organizzazione di un corso di aggiornamento di Primo Soccorso e Prevenzione incendi per il personale non ancora formato.

FORMAZIONE GENERALE IN MATERIA DI SICUREZZA

L’accordo Stato/Regioni 2011 ha stabilito , per i lavoratori della scuola, settore considerato a rischio medio, precise regole per la formazione di tutto il personale tramite corsi di carattere generale e di carattere specifico da attuarsi entro l’a.s. 2012/2013. Le scuole sono monitorate dall’ Osservatorio Regionale per la sicurezza delle scuole del Piemonte, ente paritetico, a cui vengono avanzate anche precise richieste di ordine economico per rendere possibile non solo l’avvio, ma anche la conclusione dei corsi.

PRIVACY E CORSI DI INFORMAZIONE

In tema di privacy è stato redatto dall’Ing. Casali il DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA (D.LGS. 30 Giugno 2003 n° 196), unico documento in grado di attestare l’adeguamento della struttura alla normativa sulla tutela dei dati personali.

Tale documento è un manuale di pianificazione della sicurezza dei dati presenti in azienda, descrive come si tutelano i dati personali di dipendenti, collaboratori, utenti e le loro famiglie, fornitori etc… in ogni fase e ad ogni livello (fisico, logico ed organizzativo) e come si tuteleranno in futuro (programmazioni, implementazione, misure, verifiche, analisi dei risultati).

Nel novembre 2004 tutto il personale docente e non docente del Circolo ha partecipato al Corso di Informazione nell’ambito del quale è stato illustrato il D.LGS. n° 196 del 30.06.03, sono stati individuati i dati sensibili gestiti dalla Scuola, sono state ipotizzate le misure di prevenzione e le modalità di controllo ed aggiornamento e sono state spiegate le responsabilità di coloro che gestiscono i dati sensibili e le modalità di comportamento con l’utenza.

Nell’anno 2005 vi è stato un nuovo incontro di informazione ed aggiornamento sempre in tema di privacy e Legge n° 626/94.

Il 29 novembre 2006 tutto il personale del Circolo ha partecipato all’incontro annuale di informazione per la sicurezza come previsto dal D.L.626/94 Capo VI-artt.21-22 ”informazione e formazione dei lavoratori. Tema: mobbing e stress.

Il 15 ottobre 2008 e il 9 settembre 2009 si sono tenuti gli incontri di informazione dei lavoratori sulla sicurezza con la presentazione del Decreto Legislativo n° 81 del 9 aprile 2008, testo unico che sostituisce la legge 626/94 per portare a conoscenza del personale gli aggiornamenti ivi contenuti. In data 1 dicembre 2010 è stato previsto per tutto il personale del Circolo l’incontro annuale di informazione per la sicurezza, tenuto dall’ing. Casali Maurizio (RSPP).

Attualmente sono in vigore altre disposizioni circa il D.P.S, che non deve più essere aggiornato ogni anno, mentre resta in vigore tutta la normativa sulla tutela dei dati personali.