Bisogni educativi speciali


Una SCUOLA INCLUSIVA è in grado di:

  • accogliere tutti gli alunni accettandoli nelle loro diversità;
  • rispondere in modo efficace alle difficoltà presentate dagli alunni;
  • favorire lo sviluppo delle potenzialità e delle abilità di ciascuno;
  • eliminare il più possibile le barriere al processo di apprendimento;
  • creare forme di collaborazione attive e partecipate;
  • assicurare la partecipazione attiva degli alunni nell’ambito pedagogico e sociale;
  • imparare da sé stessa promuovendo cambiamento e sviluppo;
  • mostrare flessibilità nell’organizzazione, nella progettazione e nella collaborazione.

Una Scuola Inclusiva diventa una SCUOLA PER TUTTI.

Le classi attuali sono particolarmente eterogenee e complesse e al loro interno vi sono alunni con difficoltà di apprendimento e dello sviluppo di competenze:  alunni con BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI  (BES)

Il concetto di BES si riferisce ad una macrocategoria che comprende tutte le possibili difficoltà educative e apprenditive degli alunni.  Esso parte dalla struttura concettuale dell’ICF che prende in esame il funzionamento globale della persona in ottica bio-psico-sociale estendendo il concetto di salute.

 Riferimenti normativi:

 

DOCUMENTI:

  1. PAI-2015-2016